Fu la Gran Bretagna ad emettere il 6 maggio  1840 il primo francobollo del mondo, chiamato il PENNY BLACK, perchŔ aveva il valore di un penny ed era di colore nero.

Vi era impresso il profilo della regina Vittoria, tratto da una medaglia incisa da William Wyon per commemorare la visita della regina alla Guildhall nel 1837, anno della sua salita al trono.

L'idea del francobollo, cioŔ di un rettangolino di carta gommata che rappresentasse la tassa prepagata per il recapito della corrispondenza all'interno dell'Inghilterra, era nata nella mente di Sir Rowland Hill.

Secondo le cronache del tempo sembra che l'idea gli sia arrivata in modo del tutto casuale.

Un giorno del 1837, infatti, R. Hill stava passeggiando per la campagna inglese, quando gli accadde di assistere ad una scena commovente : una ragazza non era in grado di pagare la tassa     della lettera appena arrivata dal fidanzato lontano ( a quel tempo la tassa era a carico del destinatario ).

La ragazza trattenne per un po' la lettera nelle sue mani e poi la restituý, piangendo, al postino.

Hill senza indugio, si fece avanti e pag˛ la tassa di uno scellino, malgrado la ragazza si opponesse timidamente.

Allontanatosi il postino, la ragazza spieg˛ a R. Hill il motivo del suo rifiuto : la busta, infatti, non conteneva altro che un foglio bianco, perchŔ la ragazza e il suo fidanzato, per evadere la tassa postale, avevano deciso di inviarsi lettere bianche, con dei segni convenzionali sulla busta.

La proposta di R. Hill era semplice : far pagare il servizio postale in partenza e non in arrivo, suggerendo di applicare sulle buste un pezzo di carta stampata, annullato da un timbro per provare l'avvenuto pagamento.

Al concorso pubblico indetto per dar vita a quel pezzetto di carta, parteciparono 3.000 interessati, ma poi , come giÓ detto, si preferý ricorrere al profilo della regina.

Al francobollo da un penny nero, fece seguito due giorni dopo, il 2 pence blu uguale al primo tranne che nel valore e nel colore.

Contemporaneamente ai francobolli le poste Britanniche emisero una busta postale del valore di un penny chiamata "Mulready" dal nome del suo ideatore.

Le buste non ebbero successo e furono ritirate e distrutte l'anno successivo.

Nel 1940 in occasione del centenario dell'emissione del primo francobollo, molti paesi resero omaggio a sir Rowland Hill con francobolli commemorativi.

Eccone alcuni :

 

L'Inghilterra, patria di sir Rowland non emise nessun francobollo commemorativo con l'immagine del suo illustre  figlio, perchŔ una legge abrogata soltanto dopo la metÓ del secolo scorso imponeva che sui francobolli vi fosse soltanto l'effigie del re o della regina in carica.

In questo francobollo emesso dal Belgio Hill appare come un appassionato di filatelia. Ci da' lo spunto per parlare di come Ŕ nato questo hobby

Vai alla pagina seguente